*
*
*

the european
hotel development
conference

hotel & tourism forum Milan
news

Confindustria Alberghi: "Rigenerazione urbana per dare slancio alle destinazioni"

03 Apr 2019

“Le nostre aziende operano in un contesto di mercato molto vivace caratterizzato da continui mutamenti”. Così esordisce Maria Carmela Colaiacovo, vicepresidente Associazione Italiana Confindustria Alberghi, che presenzierà a hotel & tourism forum di Milano l'8 aprile nel panel denominato The Vision - Hospitality Investment & Design. “Come associazione – prosegue - sosteniamo le aziende in un percorso di crescita coerente con i  nuovi stili di vita e le nuove esigenze di turisti sempre più demanding”.

In questo quadro architettura, design, tecnologia sono strumenti con cui valorizzare e dare nuova identità alla propria offerta, secondo la vicepresidente.

“Siamo partiti molti anni fa sul tema dell’accesso al credito con un accordo – all’epoca assolutamente nuovo – che offriva credito a lunghissimo termine per le ristrutturazioni/ riqualificazioni, per poi ottenere dal 2014 al 2017 il tax credit che ha erogato 240 milioni di euro coinvolgendo circa 7.000 aziende del settore cui si aggiungono 120 milioni di stanziamento per le spese sostenute nel 2018, di cui ancora non si conosce il numero di aziende beneficiarie – racconta Colaiacovo -. In parallelo abbiamo avviato un dialogo attento e costruttivo con le altre realtà del settore che fanno capo a Confindustria, da Federlegno ad Ance, per realizzare iniziative ed eventi che offrano alle aziende del settore opportunità di scambio e di conoscenza dei tanti aspetti di innovazione sia in termini di tendenze che di risparmio energetico e più in generale sostenibilità”.

In questo quadro si inseriscono anche le attività collegate alla presenza al forum alberghiero Ihif di Berlino, che offre uno spaccato importante sia delle nuove tendenze dei mercati a livello mondiale, ma anche degli investimenti nel settore. Un aspetto questo che sta registrando in Italia una forte crescita.

Analizzando le prospettive, “il settore immobiliare alberghiero è attraversato da una fase di estrema vivacità – sottolinea la manager - grazie anche alla crescente attenzione degli investitori internazionali sempre più inclini ad investire nel nostro Paese. Nuovi format si stanno affacciando sul mercato italiano pronti ad offrire esperienze di soggiorno nuove ed alternative, grazie anche a nuovi concept che aiutano a ripensare alcune aree della struttura e le zone comuni trasformando, di fatto, gli spazi dell’hotel in ambienti da vivere anche durante i vari momenti della giornata”.

Il mondo dell’hôtellerie italiana sembra aver superato il periodo di profonda crisi che ha caratterizzato gli ultimi anni e il settore deve ora continuare a puntare sulla “riqualificazione dell’offerta alberghiera approfittando anche delle nuove opportunità ed idee della rigenerazione urbana”.

“E’ grazie ad interventi di recupero ad hoc – conferma Colaiacovo - che sarà anche possibile dare slancio a futuri ed importanti successi delle destinazioni oggi ancora poco conosciute anche e soprattutto dal pubblico internazionale. Alle destinazioni notoriamente “glamour per i turisti”, penso ad esempio a Milano, Roma, Firenze e Venezia, potranno aggiungersi nuove località moltiplicando, così, le infinite potenzialità della destinazione Italia”.

Sburocratizzare alcuni aspetti per accelerare lo sblocco dei permessi in particolare quando si parla di nuove aperture, introdurre nuovi meccanismi di controllo a tutela di chi opera sul mercato in assoluta trasparenza, fornire sostegno alle imprese che scelgono di investire per accrescere il proprio business, richiamare l’attenzione sulla pressione fiscale in capo alle aziende sono alcuni degli aspetti sui quali Confindustria Alberghi continuerà a chiedere riscontro alle istituzioni. l.d. (ABOUTHOTEL)


come contattarci

per maggiori informazioni sui servizi che possiamo offrire o sulle opportunità di carriera, saremo lieti di rispondervi.

* *
*